VITA DI CLUB


9° RADUNO NAZIONALE DEL CLUB
Ravenna 2-5 giugno 2016




Nei giorni dal 2 al 5 giugno, primo week end del mese, il Club Challenger & Chausson si è riunito, in occasione del nono raduno nazionale dei soci, che ha visto la partecipazione di 25 equipaggi e 71 persone, tra adulti e bambini, presso il Camping Classe al Lido di Dante della riviera romagnola, in Classe di Ravenna, nelle vicinanze di una pineta incontaminata, dove è possibile girare in mountain bike.

Il Campeggio, al suo avvio di stagione estiva, è risultato accogliente e ben attrezzato. Il tempo non è stato molto caldo, ma, nel complesso, è andata abbastanza bene.

Classe è una frazione del comune di Ravenna, il suo nome deriva del latino "Classic" cioè flotta: infatti, come si legge nella storia della zona, dove oggi sorge il centro abitato, in epoca romana vi era un porto che ospitava una flotta permanente della marina militare dell'impero. In epoca bizantina il porto divenne, poi, sede principale della flotta di Costantinopoliin Occidente.

E nella zona di Classe è anche ambientata una novella del "Decamerone" di Giovanni Boccaccio che ha per protagonista Nastagio degli Onesti, novella che è stata anche fonte di ispirazione per S. Botticelli che la dipinse in quattro pannelli, forse commissionati da Lorenzo il Magnifico per un dono nuziale alla famiglia Pucci: di questi pannelli, attualmente, tre sono al Museo del Prado di Madrid e il quarto è a Palazzo Pucci a Firenze.

Chiacchiere, mare, piscine, passeggiate, biciclettate nel parco, giochi di bimbi, karaoke serale, pasti consumati insieme intorno allo stesso tavolo, ma anche visita al centro di Ravenna sono state la trama delle nostre giornate, trascorse con serena piacevolezza.

Ravenna - un territorio che si estende dagli Appennini fino al mare - è una città riconosciuta Patrimonio dell'Umanità da parte dell'Unesco con ben otto monumenti inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale, un riconoscimento di eccezionale importanza per la storia, la cultura e l'arte di questa città, che, nel corso dei tempi, è stata la capitale di tre diversi imperi: dell'Impero Romano d'Occidente, di Teodorico Re dei Goti, dell'Impero di Bisanzio in Europa. Questo passato è testimoniato dalle basiliche e dai battisteri di Ravenna, dove si conserva il più ricco patrimonio di mosaici dell'umanità risalente al V e VI secolo.

La visita a Ravenna è iniziata da piazza Garibaldi prossima alla spaziosa piazza del Popolo, il centro amministrativo e politico della città dove sorgono palazzi storici quali il Palazzo del Comune e l'elegante palazzetto veneziano, per visitare poi i monumenti più rappresentativi ed ammirare i magnifici mosaici e la maestria degli artisti che resero questi monumenti unici.
D'obbligo la visita al museo dantesco e alla tomba di Dante, che morì "esule dalla patria terra" - come si legge nell'epitaffio in latino - a Ravenna la notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Al centro della tomba, opera del 1780 a cura dell'architetto Morigia, pende una lampada votiva accesa, che è alimentata dall'olio offerto ogni anno dal comune di Firenze nel ricordo dell'anniversario della morte del Sommo Poeta.
In giro per queste strade e dentro basiliche, cappelle, mausolei si respira un'aura antica e magica, ma nello stesso tempo si percepisce una città protesa verso il futuro, moderna ed attiva, sostenuta da un traffico commerciale di antico splendore.

Nel pomeriggio del sabato si è tenuta l'annuale assemblea generale dei soci, nella quale il Presidente ha illustrato ai presenti l'attività del Club nell'anno conclusosi, e ha tracciato le linee programmatiche per l'esercizio a venire.
Il Presidente ha rimarcato che il Club, nelle sue manifestazioni, deve tener sempre presente i propri obiettivi: l'aggregazione dei camperisti, l'attività culturale e la salvaguardia del territorio, la promozione del turismo in generale e di quello itinerante in particolare, avvalendosi anche della collaborazione di soggetti che condividono le stesse finalità.
Successivamente ha presentato all'assemblea, spiegandone le singole voci, il Bilancio dell'anno 2015, che è stato approvato all'unanimità.

Sabato sera, dopo l'assemblea dei soci, ha avuto luogo la cena sociale conclusasi, oltre ad altri ottimi dolci, con la bellissima torta preparata da Elisa, e con la lotteria della ruota della Fortuna, organizzata dai soci Maurizio e Alessandro, che hanno offerto i doni in palio e devoluto il raccolto al Club, che lo ha destinato in beneficenza.

Domenica smobilitazione e partenze.

A tutti, buone vacanze e alla prossima con la stessa voglia di stare insieme e di condividere nuove esperienze.