VITA DI CLUB


FESTA DEGLI AUGURI
Reggio Emilia - Modena 8 - 11 dicembre 2016




Diventato un appuntamento fisso, per il nostro Club "Challenger & Chausson", la festa degli auguri è stata un successo tra interessanti visite culturali, pasti ben assortiti, preziosi regali scambiati tra amici, giochi e musica.

Il giovedì 8 dicembre, un gruppetto dei partecipanti si è ritrovato a Reggio Emilia con l'intesa di visitare la mostra "Liberty in Italia - artisti alla ricerca del moderno", in esposizione al Palazzo Magnani.
È stata anche l'occasione per conoscere questa città, dove, come scrivevamo nel nostro programma, è stato davvero bello camminare semplicemente, un po' a caso, immergendosi nelle sue strade acciottolate e brumose, tra piazze e porticati.
Città di origini romane, Reggio nell'Emilia è detta Città del Tricolore in quanto qui, nella settecentesca sala del Municipio, per la prima volta, il 7 gennaio 1797, fu esposta la bandiera italiana.
Reggio nell'Emilia è anche nota in tutto il mondo per le Scuole dell’Infanzia che hanno messo a punto e sperimentano da anni il metodo di insegnamento detto Reggio Emilia Approach: ospita il "Centro Internazionale per l’Infanzia Loris Malaguzzi" che è un riconosciuto valore aggiunto alla scuola italiana.
La mostra del Liberty, ben organizzata, visitabile con l'uso di audioguide (costo compreso nel biglietto di ingresso), ci ha messo a contatto con il movimento artistico, immergendoci in un'atmosfera creativa fatta di colori, manifesti, pitture, sculture, grafiche che "a distanza di più di cento anni, non ha ancora esaurito il suo potere seduttivo"

Tra il venerdì 9 e il sabato mattina, tutti gli equipaggi si sono ritrovati a Modena presso l’area di sosta Mutina.
Nella serata di venerdì era presente anche un altro Camper Club "Tanta strada in camper" di Roma. I due club hanno stretto amicizia sugellata dallo scambio dei rispettivi gagliardetti.

Il sabato mattina, alcuni si sono recati a Modena centro ed altri sono rimasti all'area di sosta, dove la sera abbiamo brindato alle prossime festività, cenato e giocato tutti insieme nella consueta atmosfera di calore e di amicizia.

Domenica mattina sveglia di buon'ora e, in pullman, ci siamo recati al Palazzo Ducale dove ci attendeva una guida per accompagnarci alla visita del Palazzo Ducale, oggi sede dell’Accademia Militare, del Museo Storico che contiene armi e armature, memorie, cimeli e oggetti vari riguardanti la vita militare (bandiere, uniformi, tamburi ecc.) e di una preziosa Biblioteca.
Di fronte alla facciata del Palazzo, in Piazza Roma, c'è il monumento a Ciro Menotti, in memoria del patriota che organizzò un'insurrezione liberale. La statua ha in mano la bandiera e sembra guardare la finestra del Palazzo in cui il duca Francesco IV firmò la sua condanna a morte.

La maestosa facciata, abbellita dal gioco cromatico dei marmi, si presenta con tre piante di finestre affiancate, coronate da balaustre con statue. La parte centrale e quelle laterali sono sopraelevate. Dalla porta centrale si accede al cortile d'onore con un elegante loggiato a due piani, ritenuto un capolavoro dell'architettura barocca dove si svolgono le cerimonie militari e dove, ogni prima domenica del mese, c'è l'alzabandiera.
Da qui si accede allo scalone d'onore, ornato da statue romane, che porta alle numerose sale della Residenza Estense: la Sala del Trono, il Salone d'Onore, la sala dello Stringa e il Salottino d'Oro, suggestiva testimonianza dello sfarzo della piccola corte modenese nel Settecento. Una curiosità: i pannelli rivestiti di oro zecchino erano smontabili, il che ha permesso ai modenesi di conservare il salottino, smontato e nascosto nei sotterranei, malgrado le occupazioni e i saccheggi.

Al rientro all'area di sosta, il tempo dei saluti e degli auguri e l'assicurazione di incontrarci al prossimo evento del Club.